CONTRO IL CORONAVIRUS A SIVIGLIA: UN SISTEMA IMMUNITARIO FORTE.

1.- Perchè le nostre guide danno tanto importanza al sistema immunitario?

Semplice: se la vostra guida ha il sistema immunitario forte, anche nel caso di essere entrata in contatto con il virus (Covid-19 o altri, non importa) prima del vostro arrivo, potrà averlo distrutto in poche ore, così da non poterne diventare né portatore sano ne portatore asintomatico. Ovvero, non si può trasmettere quello che non si ha.

2.- Come si può manterene il sistema immunitario più forte possibile?

Quello che scriviamo qui di seguito non sostituisce, ma completa il protocollo ormai classico della prevenzione (mascherina adeguata, lavaggio frequente delle mani, osservare le distanze) che le nostre guide adottano quotidianamente.

Le nostre guide di Siviglia fanno movimento (esercizio quotidiano), una dieta adeguata e libera da cibo raffinato e processato, attraverso una alimentazione libera da carboidrati raffinati e zuccheri aggiunti, povera in zuccheri naturali. Questa dieta che fanno le nostre guide NON prevede carne, per esempio, ne dolci ne bibite artificiali. Ovvero riduciamo il lavoro che diamo al sistema digestivo, al fine di liberare energie necessarie al rafforzamento del sistema immunitario, che è la assoluta priorità in questo momento.

3.- Contro le infezioni, noi stimoliamo la autofagia

C’è dell’altro. Esistono due modi complementari per realizzare la pulizia aggiuntiva dell’organismo delle nostre guide, vale a dire una pulizia quotidiana da agenti esterni nocivi (virus compresi): assumere antivirali  naturali e mettere in azione l’autofagia.

Sul primo punto (antivirali naturali) ognuno ha le proprie idee: qualcuno come me che scrivo usa da tempo il SIDRO DI FUOCO, qualcun’altro assume semplicemente dosi quotidiane di AGLIO, ZENZERO, CURCUMA e VITAMINA C.

Sul secondo punto, la AUTOFAGIA, le nostre guide saltano la cena tutti i giorni. Questo consente due vantaggi essenziali. Al sistema digestivo, di riposare per almeno 15-16 ore al giorno. A tutte le cellule del corpo, consente di azionare la autofagia. Cos’è? Si tratta si un meccanismo di depurazione che il corpo degli esseri viventi (dal lievito fino all’essere umano) mette in moto automaticamente quando si trova per molte ore in una situazione di restrizione calorica. Il premio Nobel della Medicina del 2016,  il biologo Yoshinori Ohsumi, scoprì i meccansmi cellulari dell’autofagia. Dunque, se stimoliamo quotidianamente l’autofagia, como può il coronavirus attecchire nell’organismo? Il Covid-19 potrebbe non farcela mai, come neppure gli altri virus e nemmeno le infezioni batteriche.

4.- Stress e paura costanti.

Per concludere, occorre tenere a bada lo stress e liberarsi dalla paura. Si sa da tempo che lo stress (anche la paura lo è) deprime il sistema immunitario, dunque occorre trovare il modo di vivere più sereni. La paura costante e la mancanza di serenità aumentano le possibilità di contrarre le infezioni viriche e batteriche.